Concorso di design per un etichetta d’arte

Fonte: segnalazione diretta
Scadenza: 8/04/2018

 

Nota azienda di produzione vini bandisce il concorso per la propria nuova etichetta d’arte del progetto kunst.stück

 

Cantina Kaltern, una delle aziende vitivinicole dell’Alto Adige, lancia la terza edizione di kunst.stück (in italiano: “opera d’arte”), progetto rivolto ad artisti emergenti, chiamati a realizzare un’etichetta d’arte che sappia interpretare il vitigno più rappresentativo di ciascuna annata. Il progetto kunst.stück nasce per raccogliere, come una collana, le “opere d’arte della Natura”, dedicando loro un’etichetta speciale e un’edizione limitata in magnum (lo stesso numero dell’anno di produzione).

Il tema del concorso di quest’anno è “Un vino di mondo, di casa a Caldaro” ed è dedicato al Cabernet Sauvignon Riserva che nell’annata 2015 ha visto le sue uve maturare davvero alla perfezione, conferendo loro al tempo stesso carattere mediterraneo e la freschezza delle montagne altoatesine.

Il bando per gli artisti è aperto fino all’8 aprile 2018 (h 12.00). Per i dettagli del concorso: http://www.kellereikaltern.com/it/vini-lago-caldaro/notizie/concorso-di-idee-kunststueck-2015/. Le etichette d’arte pervenute saranno esaminate da una giuria interna e una selezione delle stesse verrà pubblicata sul sito di Cantina Kaltern. Qui saranno gli utenti – “wine lovers” e non – a votare la loro “etichetta del cuore”, decretando così il vincitore del concorso.

L’idea di fondo del kunst.stück è che ogni anno ci sia una varietà in vigneto che meglio sa interpretare una stagione fatta di sole, nuvole, vento e piogge. Nelle passate edizioni del concorso si sono affermati prima il Pinot Bianco 2014, interpretato dall’artista di passione Claudio Paternoster, e poi il Kalterersee 2016, rappresentato dal designer e docente milanese Stefano Mandato. Ed ora è la volta del Cabernet Sauvignon, vitigno simbolo di Bordeaux oggi presente in molte prestigiose aree vitivinicole di tutto il mondo, che ha trovato sulle colline del Lago di Caldaro un clima ideale, molto simile nella stagione vegetativa a quello della sua terra natia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.