Residenze d’artista in azienda – Progetto Europeo Smath

Scadenza: 22/04/2019
Fonte: Segnalazione diretta

 

 

Il progetto SMATH, promosso dal Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dalla Regione Veneto con finanziamento della Commissione Europea, intende costruire in Veneto un “creative nest”, spazio di contaminazione in cui artisti e aziende progetteranno assieme nuovi prodotti e servizi per innovare le relazioni tra cultura e impresa.

Avvio operativo del progetto sarà un “World Café” il martedì 23 aprile alle 15.00 nella cornice del Premio Arte Laguna, all’Arsenale di Venezia.

L’iscrizione è obbligatoria e si effettua compilando il modulo allegato.

Gli artisti che si iscrivono e partecipano al World Café diventano parte di una comunità che condivide interessi ed obiettivi. L’evento del 23 aprile serve appunto a mettere attorno a tavoli tematici le imprese interessate a lavorare con l’arte e gli artisti che vogliono esplorare l’interesse del mondo aziendale per le loro proposte. Sarà un brainstorming guidato da ricercatori e docenti di Ca’ Foscari per far emergere le prime ipotesi di collaborazione. Poi, nelle settimane successive e per tutto il 2019, continueremo con un percorso con workshop, seminari, incontri e coaching, per trasformare le idee in progetti e sviluppare concreti prototipi di collaborazione.

Nell’autunno 2019 i progetti saranno presentati in un evento pubblico nel quale una giuria li valuterà e ne premierà 6 con un finanziamento all’artista per una residenza in azienda finalizzata a sviluppare un opera / prodotto / processo innovativo. Le residenze artistiche in azienda si potranno realizzare fino alla primavera del 2020 e subito dopo i protagonisti della collaborazione saranno invitati a presentare i risultati nel corso di eventi internazionali in Italia e all’estero.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.